Loading color scheme

“Gio...Canto” Festival Musicale per Voci Bianche

 

L’Associazione Corale Luigi Canepa svolge attività artistico-culturali e di volontariato, finalizzate alla divulgazione del canto corale, lirico, operettistico e polifonico anche con funzione di educazione e formazione dei giovani, attraendoli al culto della musica e creando le condizioni necessarie per assicurare agli stessi l’esercizio dell’attività corale. In questo ambito, l’Associazione Corale propone, per la città di Sassari, il Festival Musicale per Voci Bianche “Gio...Canto”, rivolto a migliorare il livello esecutivo di direttori e coristi, principalmente in età scolastica. Il festival è rivolto infatti a cori di voci bianche e cori scolastici di scuole caratterizzate da un ambiente multiculturale e ad alto rischio di dispersione scolastica, con l’intento di rendere accessibili momenti di formazione e crescita musicale, promuovendo anche la socialità e l’aggregazione tra gruppi, superando barriere caratteriali e socio-culturali. Il festival sarà organizzato in momenti di formazione e di educazione musicale, rivolti a differenti formazioni corali, laboratori di creatività musicale ed un momento di condivisione finale del lavoro e delle esperienze fatte tramite un concerto finale. Verranno proposti alcuni “Atelier” ovvero laboratori nei quali viene appreso del nuovo materiale musicale e, sotto la guida del docente, viene data vita all’esecuzione del brano nella sua forma finale. Il docente pertanto metterà in campo strategie didattiche innovative e buone pratiche, atte a massimizzare il risultato di apprendimento nel minor tempo possibile, unendo all’obiettivo didattico un approccio giocoso, stimolate e gratificante con l’intento anche di stimolare la creatività musicale, metodologie particolarmente adatte ai bambini di questa fascia d’età (dai 9 ai 13 anni). Attraverso metodologie guidate dalla professionalità del docente i ragazzi impareranno a conoscere e riconoscere diverse tecniche compositive e a creare un piccolo repertorio corale che avranno modo poi di eseguire nel concerto conclusivo della manifestazione. Sarà data la possibilità a docenti-uditori (direttori di coro, docenti di musica, musicisti e coristi) di seguire gli Atelier, per osservare la metodologia di lavoro e indagarne i risultati, anche attraverso un confronto diretto col docente che confluirà in un incontro appositamente dedicato. Il festival prevede, infatti, anche un momento di formazione per educatori musicali, direttori di coro, insegnanti e musicisti in cui poter ampliare le proprie conoscenze e apprendere tecniche didattiche di divulgazione musicale.  

 

 

Documentazione online

 

 

Con il contributo della Fondazione di Sardegnafondazione sardegna